sabato 2 giugno 2007

POST - ERIDAD

Faltaba un nuevo post.
No abandonè, sòlo me ocupè de cosas que me requerìan. Todavìa me requieren, pero tambièn dejar una huella aquì se me requerìa.


La posteridad es algo en lo que uno trabaja para seguir siendo lo que ya no serà, para que los demàs vean lo que uno ya no verà.
A veces me pregunto dònde iràn a parar mis notas (¿iràn a Iràn?) cuando yo no estè. Pero esta es una pregunta idiota, porque nadie sabe la respuesta. Es como decir: ¿irè al paraìso o al infierno?. No creo en ninguno de los dos, pero si fuera a parar al paraìso, serìa terrible: todo estarìa en orden y perfecto, todo irìa bien: de eso uno estarìa màs que seguro, porque si no, no serìa el paraìso, serìa un infierno.
Por otro lado, en el infierno irìa todo mal, todo estarìa en desorden, si no, no serìa el infierno, serìa el paraìso.
De todas maneras, paraìso e infierno son dos constantes opuestas , dos fuerzas iguales y contrarias que, por lo tanto, se anulan.

En este mundo que muchos catalogan como un infierno, se pueden encontrar momentos paradisìacos.
Me aburrirè en el infierno , tanto como en el paraìso. Antes que eso, prefiero la muerte.
Sè que muchos preparan sus almas en pos de una eternidad.
Yo prefiero vivir esta vida, en carne y hueso.

Prefiero lo que me consta, lo que me cuesta, lo que logro sentir.
No me interesa al màs allà, sino el màs acà.
Renuncio a la eternidad, se la dejo a Dios.

Eso sì, que mis notas puedan seguir en la post - eridad.

Y que digan: "uh! se tocaba todo" , "uh, què cagada!".
Que digan lo que quieran.
Eso es estar vivo.

Nick Postick


Nacho: Sùperfeliz cumpleañossssss!!!!

26 commenti:

Ferípula ha detto...

Nick!!!

En qué andas que estás tan reflexivo? Irán a tus amigos, a los que HOY las recibimos y las disfrutamos, amigo.

El mensaje fue entregado, o no?te mando un beso y espero encontrarte en el Paraíso. Al otro ... no está en mis planes ir.

modes amestoy ha detto...

como has renunciado a la eternidad, me la quedo yo. Y, si no, la compartimos mientras podamos...
Un abrazo

Elena de San Telmo ha detto...

Hola Nickito

Un paraíso que se precie de tal tendría que estar conectado con los vivos, porque si no hay vida en el paraíso... qué será.?

Con el infierno ni corto mano ni corto fierro.... por si las moscas.

Donde irán tus escritos... qué se yo!

Lo importante es que ya llegaron y llegarán a todos los que te leemos y encantados.

Besis

RAFAEL ha detto...

Uh, se tocaba todo!!
Uh, que cagada!!
Uh, está vivo el pibe!!
Saludos, Nick.

nick ha detto...

Cara Feripulita:
Soy una persona reflexiva, digamos que lo que me caracteriza. De ahì a que los demàs me crean...hay un cierto trecho, pero reflexiono a menudo como un soplo.
Lo que me hace reflexionar de tu mensaje es precisamente la entrega que proponès, y eso me edifica porque siento que tnès buena fuerza con vos, y la sabès compartir.
Por lo que se refiere al paraìso e infierno, es inùtil hacer planes.

Te mando un abrazotòn grandotòn con bon ton.

Nick

nick ha detto...

Modes:
Una eternidad no es suficiente...si tnès dos vas a ser un privilegiado...
Encima teligàs la mìa, que no es poca cosa...

Me gusta y prefiero eso de compartir esta pequeña eternidad de la vida, que es eterna en lo que dura. A veces uno saborea esas esperas que parecen eternas...pero la eternidad, como cualquier tiempo, tiene sòlo una medida humana.
¿Por què cuesta tanto a veces aceptar que estamos de paso?
Como digo siempre, llegarè preparado a la muerte, ya que del polvo vengo y hacia el polvo voy. En el medio, trabajando de carpintero, estoy siempre en medio del polvo. No serà una novedad para mì, y, si lo fuera, no creo que pueda compartirla con nadie màs que conmigo mismo.

nick ha detto...

Elenita, me gusta eso de nickito, aunque se "parallelea" con Nickpongo, lo cual me hace pensar al diptongo, que serìa el nombre trasformado de los deep purple.
Me gustò tu comentario. Son palabras escuetas y claras, me gusta lo del què sè yo, ya que los seres humanos muchas veces nos jactamos de ser sabios.
Como sabràs, yo nunca me jactè de ser sabio,por el sòlo hecho de serlo.
Me gustò Elenita chiquita hno haciendo corto mano corto fierro con el infierno. Eso es tan dulce como el dulce de leche que esta mañana me comì en el desayuno. estaba tan rico...digamos que lel paraìso es el dulce de leche, que aquì se leerìa "dulche de leque" y me encanta como suena!
Que te encante lo que hago es mi milagro, si es que los milagros existen. Prefiero la magi al milagro, es màs real y màs humana.
Y te veo apoyando el mentòn sobre la mano izquierda, de domingo de lluvia intensa en Roma.
A causa de este pequeño perticular no puedo llevar el mueble a la casa de mi amigo. Si para , lo llevo, si no...serà para otro dìa.
Chau Elenita

Nick el Cuco, màs conocido como el hombre de las bolsas...

nick ha detto...

Rafael:
Tu comentario me hizo sonreìr y reìr despuès. Muy bueno el haber usado las mismas palabras para decir otra cosa, se ve que sabès usarlas. A propòsito de tus palabras, el otro dìa anduve hurgando en tu blog y encontrè una poesìa a la que le estoy poniendo mùsica. Querìa darte una sorpresa, pero nunca fui bueno para eso, aunque tampoco fui malo.
Me falta el estribillo, se me mezcla con otras canciones y no logro enderezarlo, ponerlo en la recta vìa... què le vas a hacer, serà un tema de esos que yo llamo "temaovejitanegra", que se niegan a seguir con mis pautas compositivas.

Lindo eso de "uh! està vivo el pibe". Hacìa una asociaciòn de palabras con Maradona. Acà en Italia lo conocen como "el pibe de oro". Es muy còmico oìrlo pronunciado en italiano porque la "b" y la "d" tienen una pronunciaciòn muy marcada. Ahora bien, en italiano, el pubis se dice "il pube", asì que cuando me asocian con Maradona, yo contesto que no soy el pibe de oro, sino que soy el "pube" de oro...

Veremos si tu canciòn queda en veremos o si la veremos realmente. No te digo cuàl es, te dejo en suspenso.

Tengo una amiga que es profe de gallego en baires, y notò que andabas por mi blog. làstima que de gallego no sè un pito cataàn, pero bue, no se puedo todo.
Te mando un abrazo, Rafa.
Hasta la pròxima.

Nick Pubick

Carlos ha detto...

Cumpa, los muebles y las canciones seguirán hablando de ti.

Un abrazo.

Evan ha detto...

Nicki, que filósofo que estamos, pero me gusta esta faceta tuya...

No se che, es difícil contestar, una vez alguien me dijo, que comenzamos a vivir el paraíso o el infierno aquí en la tierra... y creo que es posible eso.

Vos vas a quedar para la posteridad, tus canciones y tus muebles (le copio al poeta) se quedan con nosotros.

Un beso enormeeeeee

nick ha detto...

Bueno , Carlitos, entonces mi mùsica tendrà mobilidad...

nick ha detto...

Evan querida, es lindo saber que te gusta cuando pienso (por suerte, no pasa muy seguido...) Me gusta pensar en un montòn de cosas, por eso hilvano ideas que despuès salen locas por cualquier lado.
Ahora bien, las canciones se quedan con ustedes...pero los muebles ¿quièn me los paga???

Despuès paso por tu casa, me irè a preparar un matecito ya que ayer comprè yerba (encontrè taraguì dos por una) y dukce de batata de leche y de membrillo. El de membrillo no existe màs (lo terminè) Hoy le toca al de batata...
Te mando un besote
Chau!

rober ha detto...

Eh amigo!había desaparecido un poco...me encantó tu reflexión,y enganchando con tu ultimo comentario me siento como tu dulce de membrillo entre los dos panes cielo/infierno...no seremos otra cosa que lo que hacemos/escribimos/cantamos/decimos.besos

dumaclan ha detto...

...ma è diventato un covo di argentini!

nick ha detto...

Dumaclan....non ci posso credere!!! Hai ragione, un covo di argentini, spagnoli, cileni, e chi più ne ha... Non meravigliarti: sei stata tu la causa di tutto 'sto casino, abbandonandomi alla mia sorte.
Tu non scrivevi più, ti ho pure dedicato un post intitolato "cercasi Dumaclan disperatamente", ma niente di niente (pure in rima). Allora cìera ancora Mettem, ma pure lui sparì, ma non spirò.
Così, solo e abbandonato, cercai un'altra strada, e trovai questa (hai visto che verbi?...)
Una cosa non è cambiata da allora: io continuo a scrivere le bibbie e tu ancora non ti sei fatta un covo dove poterti scrivere. Aspetta spera ancora il mio concerto a Parigi...eppure mi sembravi affidabile...che dire, sono senza parole.

Sono molto felice oggi, in questo momento. Sono contento che tu sia passata "verace", e guarda che c'è altra gente che scrive in italiano. Inoltre, sarebbe ora che tu imparassi il castellano, no credi?
La mia mail è nicksonoquick@libero.it , se tu volessi contattarmi senza farmi prendere la scossa. Forse tornerò a pubblicare qualche post in italiano, ho perso l'abitudine, ma non il vizio.

Un grande abbraccio e bentornata.

Salutami Parigi, oh Parìs!!

PS: ti sei vista il video? Hai ascoltato le canzoni?
Insomma, ti dovrai mettere al corrente di tutto (ecco di nuovo il contatto....)
Ciao

Nick Le Corbusierick

venerdì 8 giugno 2007 10.43.00 CEST

dumaclan ha detto...

e che a Paris ci sto pochino. sempre in viaggio. sono appena tornata dall'india dove sono stata 4 mesi.
comunque dov'è sto video?

nick ha detto...

Duma...lo dicevo io che facevi l'indiana... ( me l'aveva detto Jones...) Allora sarai alla ricerca del tesoro video perduto...lo trovi cliccando sul post "cumpleañick". Lì ci sta un botto di roba, non tutta mia, alcune sono poesie di altri musicate da me. Poi passa a dirmi se ti piace o no. Accetto volentieri le critiche, sempre che siano a mio favore...
Allora, visto che non sei esperta di blog, vai a entrate più vecchi e lì ci sta persino il nostro primo incontro, quando eravamo piccinipiccini (parenti di Puccini)
e ce la raccontavamo io e te.
Un abbraccio, Dumaclan (che nome strepitoso...)

Salutami l'India!!!

Nick Indianick

nick ha detto...

Duma...scusa, così non perdi la vita cercando. Vai al mese di maggio 2007,. C'è un post del 4 maggio, anche se il mio è il 5. Non è un video di qualità visive , infatti sono in zona d'ombra. E' stato ripreso col telefonino da un caro amico. Se guardi in tutto l'archivio vedrai diversi pezzi pubblicati. Sto comunque organizzando un sito su My space, ma mi ci vuole tempo e se continuo a spiegarti, non lo farò mai
Ciao
Nick

dumaclan ha detto...

trovato. visto e sentito. sei bravo, bella voce. anche le canzoni sono belle e dense. dunque aveva ragione il nostro comune amico.
ecco, mi domando come mai lui che ama così tanto la tua musica non abbia ancora fatto un reportage su di te. in effetti, visto che posso muovere una critica, insieme alla musica mancano effettivamente delle immagini che i rappresentino degnamente. mah! gli ho sempre detto che è un'ariete di merda. ma so anche quanto ti vuole bene.
vabbè, forse il mese prossimo scendo a roma con un'amica. devo andare a cinecittà per lavoro. magari ci si vede. ora provo a contattare un po' di amici. a presto. ah ancora una domanda ma come fai a fare i video...voglio dire a caricarli su internet? c'è un programma? e la musica? voglio anche io un mio blog! vorrei fare un video blog! ciaooo

nick ha detto...

Cra Dum Dum,
oggi è giorno di festa per me. Ti ho ritrovato, ho letto la tua critica critica, ho ricevuto messaggi molto belli, sto vlando sulla terra. Mi sento leggero...sarà che leggerò?
Hai ragione tu: l'ariete è sempre stato un po' tirchio con la sua arte, ma la difende perchè gli è costato molto tirarla fuori. Poi, lo sai che è il mio fratellino e gli perdono un sacco di cose, come fa pure lui con me.
ho pure altri amici che si danno da fare coi video...ma non trovano mai il tempo. la foto che vedi sopra il titolo del blog me l'ha spedita un amico/cliente, fatta col telefonino anch'essa. Come vedi, la tecnica a volte conta poco, basta l'intenzione, il volere.

Passando al tuo blog...quanto mi piacerà aiutarti! Intanto, oggi vedo un'altro amico che mi farà aprire quello sapazio su my space, così ne saprò di più.
Per caricare musica non è difficile, ma la condizione essenziale è aprire un blog. All'inizio ti risulterà difficile e strano, ma col tempo ci riuscirai. Se vieni a Roma possiamo trovarci. Tu intanto muovi i contatti, vediamo se finalmente si accende una luce!!!
Grazie per il tuo commento.

Abbraccick

MET ha detto...

ciao nick e ciao dumaclan, sei tornata finalmente! ho rinnoato un po' il blog e ho aggiunto qualche immagine, tolto qualche fronzolo di troppo. un paio di settimane fa mi ha contattato una galleria di milano che e mi ha proposto una mostra. mi sono detto: "ma si!perchè essere tirchio?".
ci siamo capiti vero?
grr
comunque ho preso sul serio la proposta e ne stiamo discutendo se è qualcosa di veramente interessante, mi piacerebbe che partcipassi anche tu nick. immagini e musica che ne dici? bisogna vedere che tempi mi prospettano e che budget.
tu Duma, potresti portare qualche tuo amico produttore non si sa mai! ora vado a farmi una corsetta. la vita da scrivania mi ha fatto ingrassare. a presto amici miei

nick ha detto...

Ammetto che il tuo post mette allegria. Ti sento bene, aparte il grr....
Io ci sto, anche se sai che gli impegni internazionali mi tengono alquanto distolto dalle faccende domestiche e lavorative.
Brindo per il tuo ritorno al blog, anche se mi hai tolto di mezzo (grrr io adesso) Comunque, ho cercato di fare dei commenti, ma si vede un tubo....o mi starò assomigliando a Steve Wonder???
Meglio a lui che a Baglioni!!!!!
Mettem, abbracciosi abbracci.
La vita è bella!!.
Vado a suonare!!!!!!


La cosa più strana è che tu e Duma siete tornati assieme...io pensavo che tornato tu tornava lei.
I conti non tornano, le contesse , a volte, sì....

Anonimo ha detto...

temporali.
gente bagnata che corre. profumo di strade. magnifica stagione.

met lo conosco da da una vita. abbiamo condiviso tutto, siamo legatissimi e normale che ci si rincorra.
ti dicevo che verrò a roma (e spero anche di incontrare met e la sua compagna) ma non so ancor quando. spero entro agosto. ho voglia di perdermi a roma, non la conosco. tu la conosci bene?
se vengo dobbiamo andare a cantare per strada. vuoi?
è una cosa che mi diverte e mi a una libertà incredibile. a volte andiamo con amici a st germain. mi piace sconvolgere la borghesia parigina.

sono 2 giorni che cerco quello svitato del tuo amico ma non lo trovo. hai notizie recenti?
sarà di nuovo in giro per l'italia con quel suo lavoro stressante.

gli ho detto di buttare tutto e fare il fotografo, di ricominciare a fre le cover per i dischi.hai visto le ultime?

domani parto per berlino e starò via qualche giorno ma se avrò tempo verrò certamente a curiosare nella tua tana.
un bacio grande da paris

dumaclan ha detto...

scusa! ho dimenticato il nome

nick ha detto...

Dumaclan...bell'inizio, mi sono trasferito sotto la pioggia.
Vedo che ,a forza di frequentare il mio blog, le tue parole incominciano a fluire....forse è presunzione, ma tutti sanno che sono pre-suntuoso, nel senso che, non arrivando mai alla suntuosità, mi accontento di andarci vicino...

Il mio caro met non lo trovo neanch'io, ma sai, lui appare e scompare a piacimento, ad libitum, per dirlo in latino...

Allora, da Parigi ...St Germain...che tipa che sei!
Poi a Berlino...
non trovi pace...

Conosco Roma abbastanza bene. Il problema è che non so mai arrivare da nessuna parte, e in questo, ahimè, sono famoso. Mi perdo continumente, prendo la metro al contrario (prendo, cioè, la ortem), però questo può essere catalogato come avventurarmi nelle cose con uno sguardo sempre nuovo (devo cambiare gli occhiali...)

Cantare per strada...tu sei matta, lo dicevo ieri a me stesso, e condividevo in pieno la definizione. Devo confessarti che nessuna e dico nessuna donna è riuscita ad osare tanto, cantare con me per strada... Tocca vedere se canti bene, se riesci ad affrontare quel nulla che di nulla è fatto quando ti pianti in un posto che ti garba e dici: "dai, suono qui". Per questo mi piace il verbo suonare, perché in prima persona assomiglia al verbo essere: io sono, io suono.
Io suono, dunque sono.
Se vuoi cantare per strada, affare fatto. Con i proventi "eurosi" ce ne andiamo a mangiare una pizza, e se sono più eurosi, ce ne mangiamo due, una a testa.
Salutami Berlino, non sono mai andato lì, mi sono fermato in Germania un mese, ma poi sono partito per la Danimarca e da lì al polo nord... che devi fare, tutte le strade si portano Nick.
Purtroppo oggi mi è toccato essere breve. Appena avrò un po' di tempo ti scrivo con calma (anche lei scrive come me...)

Buon viaggio, raccogli le tu strade, cammina fermamente.
Qui stanno succedendomi un sacco di cose belle per quanto riguarda la musica. Credo che deciderò finalmente di incidere il quinto disco. E' già maturo abbastanza.

Un abbraccio.
Nick

Ps:
Ricordati che puoi usare anche gli altri post per scrivere.

nick ha detto...

Duma, un'ultima cosa: scrivi una canzone, io ci metto sopra le note e poi la mettiamo sul blog. Che ne dici? Dai, rischia!!! Se viene carina la cantiamo per strada...
Nick